29 agosto 2007

ALTRO CHE MUSSE :

La Lazio accede alla Champions : bastano 45' per battere la Dinamo

Una Lazio inguardabile nel primo tempo e spietata nella ripresa si guadagna con merito l'accesso alla fase a gironi della Champions League. Una qualificazione che sembrava compromessa dopo l'1-1 dell'Olimpico nell'andata del turno preliminare contro la Dinamo Bucarest. Nel giorno della verità, i biancocelesti partono contratti e vanno al riposo in svantaggio. Dopo l'intervallo, però, gli uomini di Rossi ribaltano il risultato con una doppietta di Rocchi (un gol su rigore) e una rete di Pandev. Sono loro i trascinatori dei biancocelesti, che nei secondi 45 minuti trovano anche la fantasia di Del Nero ed il dinamismo di Mudingayi. La Lazio passa 3-1 e taglia un primo traguardo fondamentale della sua stagione, entrando nella Champions che conta. I biancocelesti incerottati, senza Diakite, Mauri e Siviglia (e con Stendardo non al meglio e Cribari con la maschera protettiva), devono rinunciare anche agli squalificati Behrami e Mutarelli, presentandosi così in emergenza al "Lia Manoliu". Le assenze sono pesanti ma spiegano fino ad un certo punto il primo tempo quasi sconcerante degli uomini di Rossi, mai in grado di far arrivare un tiro dalle parti di Lobont o di proporre una manovra pericolosa. La condizione è ancora imperfetta e pesa anche la necessità di attaccare ad ogni costo per proseguire la Champions. Tutto ciò ovviamente favorisce la Dinamo Bucarest, che, in 45 minuti, colleziona tre occasioni, una delle quali tramutata in gol.
E' il 27' quando Bratu brucia sullo scatto Stendardo e fa partire un destro inarrivabile per Ballotta. Il centrale della Lazio, che nell'occasione si stira (dentro Scaloni), aveva commesso una leggerezza anche al 22', permettendo a Danciulescu di impegnare il suo portiere. Lazio troppo brutta per essere vera e la strigliata di Rossi all'intervallo serve a scuotere una squadra che, si ritrova e in poco più di 20 minuti ribalta completamente la situazione. Dopo soli 30 secondi Del Nero viene atterrato in area avversaria da Nastase: Mejuto Gonzalez accorda il rigore e Rocchi trasforma. Ancora lo zampino di Del Nero nel raddoppio biancoceleste: avvia l'azione, Rocchi serve Pandev con un colpo di tacco, e il macedone realizza la rete del sorpasso. Sempre Pandev, dopo una conclusione dalla distanza di Mudingayi, sfiora il palo esterno con un rasoterra di sinistro e un minuto dopo, al 21', restituisce il favore a Rocchi, pescato sulla linea dell'offside e autore di una doppietta pesantissima. Nel finale c'è solo da gestire perchè la Dinamo non spinge e l'ambiente si raffredda: la Champions per la Lazio non è più un miraggio ma una realtà.
DINAMO BUCAREST-LAZIO 1-3

2 commenti:

Libero ha detto...

mah, a me la Lazio del primo tempo era piaciuta parecchio...mi aveva entusiasmato vedere i mitici biancocelesti andare sotto di un gol. Peccato che sia esistito il 2°tempo..Nei preliminari di Coppa Campioni(mi piace chiamarla ancora così)introdurrei il golden gol già dai tempi regolamentari: il primo che segna vince, come a scuola tra i bimbetti. D'altronde sono romanista e mi accontento di battere l'Inter in Coppa Italia (leggi 6 a 2) e nella Supercoppa italiana...

Anonimo ha detto...

allora lo aggiorniamo questo blog!!!
by anonimo veneziano