26 maggio 2007

Non ho potuto resistere

alla tentazione.
Sto per finire il turno, sono spossata e sudata , puzzo come un animale dopo un giorno al pascolo e mi fanno male i piedi . Ho davanti a me 6 ore di viaggio tra Ataf e Trenitalia quindi l'ottimismo non può esistere considerando i vettori ..insomma sto per finire la mia giornata e mentre aspetto il cambio mi vado a leggere le navi in bottiglia arretrate , che mi sono sfuggite a causa del super lavoro dei giorni scorsi.
Nono ho potuto resistere alla tentazione di metterne una qui. E' troppo bella.
__________________
Lo spirito della scala
Di se stesso amava dire che aveva catturato "lo spirito della scala". Conoscete senz'altro l'intraducibile espressione francese "l'esprit de l'escalier": indica quella particolare situazione in cui una frase che avreste voluto usare come replica vincente vi sovviene in ritardo, quando siete già "sulla scala", dove è come vi stesse aspettando. Capita a chiunque di trovare fuori tempo massimo la perfetta replica a una perfida osservazione. Non a lui.
PAUSA PUBBBLICITARIA: Due mesi fa, in Texas, vidi 'Zodiac" e pensai: il primo che dice che 'sta roba è meglio di Seven gli piscio addosso, così ora molti giornali fanno da lettiera al gatto
Questo non giovava ai suoi rapporti umani. Benché affascinati dalla sua capacità, i più ne restavano altrettanto atterriti e, spesso, offesi. Ma a lui non importava, la vittoria in quegli scambi gli dava l'ebbrezza di ben eseguite volèe a rete. Colpo al volo, punto, game, set, partita. Niente da aggiungere.
E' arrivato in questa città al tramonto, fa un freddo imprevisto, trova un insperato parcheggio davanti all'hotel che gli hanno riservato ed entra.
Dà il proprio nome e documento alla receptionist. Lei trova la prenotazione, scrive qualcosa senza rivolgergli la parola, gli porge un modulo.
Dice: "Compili". Ritira. Gli mette sul bancone una chiave.
Dice: "207, secondo piano, ovviamente, quello è l'ascensore, quella è la sala colazione, dalle sette alle nove. L'albergo chiude alle due, non c'è portiere di notte, se torna dopo non entra". Distoglie lo sguardo. Lui osserva la scala, sorride.
Dice: "Lei dove ha fatto la scuola alberghiera? A Auschwitz?"
La guarda sollevare gli occhi sgranati e si allontana, felice.
Posa il bagaglio. Altroché le due, andrà a letto subito, senza neanche accendere la tv. Estrae il pigiama a strisce, lo porta con sè in bagno, per indossarlo dopo la doccia. Apre il rubinetto. Va sotto il getto, soddisfatto. Non sente il gas uscire dalla grata per la ventilazione.
__________________
Non è grandioso il modo di scrivere di quest'uomo?? io lo adoro non ci posso fare niente..

1 commento:

ELISA ha detto...

NO,MACABRO....